Un film italiano del 2009 diretto da Francesca Comencini con Maria Paiato nel ruolo non protagonista di una magistrata della pubblica accusa.

Il commento

“Mi ha colpito in questo film il personaggio della magistrata che vive sola con i poliziotti della scorta ed è triste, incapace di esprimere emozioni, in una storia (che ha come protagonista Margherita Buy, donna intellettuale e fragile, mamma di un bimbo prematuro chiuso nel suo reparto di ospedale) incentrata proprio sulle difficoltà di condividere i sentimenti e gli impegni della vita (il padre del bambino non ha voluto assumersene la responsabilità). Io invece nella professione di giudice trovo molti stimoli, perché oltre al lavoro di routine ci sono casi e vicende umane a cui mi interesso sinceramente; nella mia vita privata do spazio anche alla passione per le arti figurative, e in generale alla creatività(non a caso mio figlio si chiama Michelangelo!)”

Caterina, magistrata – Napoli

Pin It

Mercoledì 24 Luglio 2019

Ricerca nel sito

ASLAWomen Social

I nostri siti