Gli avvocati milanesi mobilitati per la liberazione di Nasrin Sotoudeh

nasrin_sotoudeh

Il 18 aprile scorso gli Avvocati milanesi sono scesi in piazza per Nasrin Sotoudeh, l’Avvocata iraniana condannata da un tribunale di Teheran a 33 anni di carcere e a 148 frustate per la sua attività a difesa dei diritti umani. 

La manifestazione, indetta da: Ordine degli Avvocati di Milano, Camera penale di Milano, Unione Nazionale Avvocati Amministrativisti, ASLAWomen e ItaliaStatodiDiritto, ha visto la partecipazione di oltre 200 persone.

Il Presidente dell’Ordine degli Avvocati di Milano, Vinicio Nardo, ha successivamente incontrato il Console Generale dell'Iran, Amir Masoud Miri, e il Viceconsole, ai quali ha rappresentato la preoccupazione degli avvocati di Milano per la compressione del diritto di difesa che spesso si traduce nell'arresto e nella condanna degli Avvocati in varie parti del mondo, e formalizzato la richiesta dell'Ordine di Milano di entrare in contatto con l'Ordine degli Avvocati di Teheran per organizzare un incontro di studio comparato sul diritto di difesa.

La notizia della manifestazione è stata ripresa in diversi articoli da parte di importanti testate, riportati nella sezione “Rassegna Stampa”.

Mobilitazione degli avvocati milanesi per la liberazione di Nasrin Sotoudeh

Una manifestazione di protesta davanti al Consolato generale della Repubblica islamica dell’Iran a Milano: gli avvocati milanesi insistono per la restituzione della libertà alla collega iraniana Nasrin Sotoudeh, condannata a una pena straordinariamente elevata, di fatto un ergastolo, e inaccettabile nelle modalità (è stata inflitta in un processo senza contraddittorio e con la pena accessoria di 148 frustate in pubblico).

La collega Sotoudeh, Premio Sakharov 2012 del Parlamento europeo, è da tempo impegnata nella salvaguardia delle libertà fondamentali e della giustizia nel suo Paese, soprattutto attraverso la difesa di donne e giovani manifestanti, a loro volta arrestati e condannati a pene ingiuste e sproporzionate.

PORTATE LE VOSTRE TOGHE, VESSILLO DI LIBERTÀ E UN DRAPPO BIANCO SIMBOLO DELLA BATTAGLIA CONTRO L’OBBLIGO DEL VELO PER LE DONNE IRAN

 

 

 

 

 

 

 

 

L’Europa che verrà. Patto delle Donne per l’Ambiente e il clima

Il 18 marzo 2019, alle ore 15.00, presso il Palazzo delle Stelline a Milano, in corso Magenta 59, gli Stati Generali delle Donne organizzano all'interno del più generale "Patto per le donne" il "Patto per il clima e l'ambiente", una declinazione ben specifica che si innesca su un modello di sviluppo di sostenibilità e che mette al centro le piccole economie locali, attento alla salvaguardia e alla tutela dell'ambiente.
In questa nuova idea di economia, molto attenta alle vocazioni di ogni singolo territorio, il lavoro e le imprese delle donne nascono e si consolidano. Per far conoscere questo processo di idee e cercare di trasformare le riflessioni in misure concrete ci confrontiamo con le Istituzioni, le Associazioni , le persone.

Leggi tutto: L’Europa che verrà. Patto delle Donne per l’Ambiente e il clima

Women in power

Lo scorso 6 marzo si è svolto all'Unversità Bocconi di Milano, l'incontro Women in Power, dedicato ad Advocacy and Litigation, dove è intervenuta l'avv. de Muro, rappresentante di ASLAWomen.

 

 

 

 

 

 

Premio "Pari opportunità" del CPO di Milano ad ASLAWomen

Conferiti i premi Pari Opportunità 2018.

Il Comitato Pari Opportunità delle Avvocate e degli Avvocati di Milano ha insignito ASLAWomen del premio "Associazione dell'anno" e la sua coordinatrice, l'Avv. Barbara de Muro, del premio "Avvocato dell'anno" per le attività in favore della promozione delle diversità.

 

 

 

ASLAWomen presente agli Stati Generali delle Donne 2018

Logo Stati Generali dele DonneIl prossimo 1 dicembre si terrà, pressol'aula Foscolo dell’Università degli Studi di Pavia, l’incontro “Stati Generale delle Donne: La violenza maschile di genere” a cui parteciperà, in rappresentanza di ASLAWomen, l’Avv. Giulietta Bergamaschi, giuslavorista dello  Studio Legale Lexellent, coautrice del Codice di Pari Opportunità, la raccolta commentata di leggi vigenti a cura di ASLAWomen.

Il programma, sviluppato sull’intera giornata, prevede sessioni di lavoro che, attraverso il confronto con le istituzioni, la politica, le professioni, i magistrati e le forze dell'Ordine offrono un’occasione di approfondimento e di riflessione sulla necessità di disporre di una solida base di integrazione territoriale per disegnare, attuare, monitorare e valutare le necessarie politiche di prevenzione e contrasto alla violenza di genere.

È possibile partecipare iscrivendosi tramite questo link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-il-manifesto-sulla-violenza-maschile-di-genere-stati-generali-delle-donne-51940937743

A questo link, invece, è possibile scaricare il programma completo dell'evento.

 

 

 

 

ASLAWomen al Festival Cosa Sarà di Pavia

In un mondo sempre più tecnologico, in cui le trasformazioni si susseguono a ritmi vertiginosi, determinando cambiamenti su scala globale che modificano in modo irreversibile i processi di produzione del valore, ci si interroga su cosa sarà del talento femminile e quale sarà il ruolo delle donne nel governo di questi nuovi scenari. La tecnologia e l’innovazione creano nuovi spazi e offrono grandi opportunità a chi è in grado di intuirne prima degli altri il fenomeno evolutivo e di cavalcarne il cambiamento. In questo nuovo orizzonte, quindi, diventa essenziale saper rinunciare alle rendite di posizione, frutto di un passato che non esiste più, e guardare al futuro con coraggio, fiducia e lungimiranza. Questo nuovo assetto aprirà alle donne scenari inediti, in cui il fattore culturale, ancor prima che quello tecnologico, sarà l’elemento che consentirà di fare davvero la differenza e di imporsi alla guida dei processi evolutivi. L'apertura al cambiamento e la cultura che ne sta a fondamento, caratterizzata da coraggio e visione del futuro, unite ad una profonda consapevolezza e conoscenza dell'uso dei mezzi tecnologici, saranno le forze determinanti che ispireranno l'azione e le scelte dei leader e delle leader del domani. Come tutto questo avrà impatto anche sulle professioni sarà l’oggetto della discussione del 19 ottobre. Partendo da una certezza, ovvero che anche qui la sfida prima di tutto si colloca sul piano culturale.

Leggi tutto: ASLAWomen al Festival Cosa Sarà di Pavia

L'avvocata che difende i diritti degli animali

L'avvocata Manuela Giacomini di Genova, già apparsa sulle pagine del Notiziario ASLA e sul nostroo sito, torna alla ribalta grazie alle sue azioni in difesa dei diritti degli animali che le sono valse una menzione sul quotidiano britannico The Guardian e una bella intervista sul settimanale Grazia. L'avv. Giacomini si batte per i diritti di tutti gli animali maltrattati, abusati e ingiustamente utilizzati dall'uomo per cause non naturali o, talvolta, addirittura ignobili. "Lotto ogni giorno per queste creature sensibili e mi batto perché possano ottenere giustizia" sono alcune delle parole rilasciate durante  l'intervista.

 

 

 

Leggi tutto: L'avvocata che difende i diritti degli animali

Domenica 19 Maggio 2019

Ricerca nel sito

ASLAWomen Social

I nostri siti